Introduzione

 

 

 

Il Logo della rivista è il viso di Pinocchio che guarda meravigliato una farfalla che si posa sulla punta del suo naso. Con la faccia meravigliata di Pinocchio, unitamente alla farfalla che si posa sul naso, si vuol rappresentare lo stupore, la meraviglia; la farfalla vuol sottolineare quelle modalità emozionanti di apprendere non in modo monotono e rettilineo come la traiettoria di un proiettile, ma un apprendere nel contesto con volteggi, tornando indietro, fermandosi per poi ripartire per molteplici direzioni, come il volo di una farfalla.

La rivista si avvale della consulenza e dell’aiuto di professionisti di Università ed Istituti di Ricerca Internazionali che da anni cooperano sul tema dell’Emozione di Conoscere e del Desiderio di Esistere.

La scelta del logo di ‘Pinocchio’ ha una motivazione che si lega al burattino futuro bambino. Pinocchio può rappresentare la diversità e le risorse in essa contenute, divenendo un ambito metaforico adeguato che si adatta allo stile di analisi che vede nei contesti, nella quotidianità e nei progetti educativi grandi potenzialità per sviluppare ed apprendere in presenza di una patologia oppure quando gli eventi ambientali fungono da ostacolo. La curiosità del burattino, il suo spirito di iniziativa, il suo amore per l'avventura sono i presupposti metaforici per un bambino non passivo, ma attivo, capace e desideroso di conoscere e di scoprire.

La rivista vuol essere uno strumento snello e veloce per fornire, attraverso la rete, ai professionisti, ai genitori, riflessioni teoriche sempre aggiornate e concreti itinerari di intervento educativo-didattici finalizzati al massimo sviluppo dei potenziali, delle autonomie, della socializzazione e degli apprendimenti.

La rivista non vuole essere un ricettario da cui attingere passivamente, ma uno strumento attivo e dinamico che propone orientamenti per riflessioni e confronti sulla qualità della vita, sulla diversità come risorsa, sulla cooperazione, sull’aiuto reciproco, presupposti dei principi che orientano l’integrazione e l’inclusione.

 

Inoltre l’organizzazione strutturale della Rivista si è caratterizzata ispirandosi alle classificazioni definite dall'Osservatorio della Ricerca basandosi sui criteri dell'attuale modello di valutazione:

  • selezione mediante Referees e presenza di studiosi stranieri nell'Editorial Board (utilizzando i frequentissimi incontri con colleghi di Università europee nell’ambito del Teaching Staf Mobility dei progetti Erasmus: in occasione degli incontri avvengono le valutazioni e le selezioni dei contenuti da pubblicare);

  • presenza di contributi originali di autori stranieri,

  • presenza in biblioteche di Università e Istituzioni straniere (essendo la rivista elettronica il sito della Rivista in oggetto sarà citato sia dai siti delle Università partners europee che extra);

  • presenza in repertori bibliografici internazionali,

  • presenza dei responsabili della rivista in congressi scientifici internazionali.

 

La rivista offre la possibilità ai lettori che lo desiderano di poter ricevere la traduzione di un determinato articolo in lingua inglese o spagnola (fornendo con un contributo spese).

 

La rivista è gratuita, ma dato che i finanziamenti da parte delle istituzioni sono parziali, le famiglie, gli insegnanti, enti, Colleghi... possono inviare contributi a sostegno dell’iniziativa tramite una donazione all'Associazione Emozione di Conoscere:

 

EMOZIONE DI CONOSCERE - AEMOCON

UNICREDIT Banca - Ag. Aldrovandi 

IBAN IT88P0200802457000110029920

Causale: donazione pro ricerche superamento handicap

 

 

Buona lettura!

 

La Redazione